lunedì 2 agosto 2010

Panoramiche Apollo 11: 5881-5891 (Neil sulla Luna)

Le foto da AS11-40-5881 a 5891 scattate da Buzz Aldrin formano una panoramica, una cui versione semplice, assemblata da Dave Byrne per l'Apollo Lunar Surface Journal (fonte), è mostrata qui sotto.



Queste immagini possono essere elaborate digitalmente, tenendo conto della deformazione prospettica e delle variazioni di luminosità, per ottenere una panoramica più uniforme, come quella qui sotto, realizzata da Fozzillo con la correzione colore di Andrea Tedeschi. La versione presentata qui è a risoluzione ridotta: l'originale misura 20.000 x 5000 pixel.


Questa panoramica copre 360 gradi e quindi è un candidato perfetto per una stampa che produca un ciclorama. È particolarmente interessante perché mostra contemporaneamente l'ombra del fotografo (Buzz Aldrin) e una delle poche immagini di Neil Armstrong durante l'escursione lunare, insieme alla telecamera, alla bandiera, all'esperimento di raccolta del vento solare e al modulo lunare (all'ombra del quale si trova Armstrong).

La panoramica così elaborata può essere poi animata digitalmente per darle profondità e prospettiva, come se lo spettatore fosse al posto dell'astronauta. Ecco il risultato, realizzato anch'esso da Fozzillo, a risoluzione ridotta rispetto a quella HD che si vedrà in Moonscape.


Questa è solo un'anteprima dimostrativa: la versione definitiva presentata in Moonscape sarà con tutta probabilità differente e più complessa.

Fozzillo ha utilizzato Hugin per comporre le immagini, sperando inizialmente di ottenere un risultato calcolato automaticamente, ma senza successo. L'esame di altre panoramiche analoghe realizzate da altri e disponibili su Internet (per esempio presso l'Apollo Lunar Surface Journal) ha evidenziato che le immagini erano state deformate con una certa libertà (o licenza artistica) per farle combaciare.

Le foto lunari furono scattate in condizioni scomodissime e la rotazione eseguita da Buzz Aldrin è molto lontana da quella perfetta, per cui le immagini non possono combaciare in modo puramente numerico. Pertanto Fozzillo ha creato un panorama con precisione numerica per la parte dell'orizzonte, che essendo lontano non risente degli spostamenti involontari del fotografo. Poi ha utilizzato Gimp per sistemare la porzione inferiore delle immagini che Hugin non era riuscito ad allineare bene e per correggere i colori delle zone di raccordo fra i singoli fotogrammi. Dopo il passaggio in Gimp, ha eseguito una serie di trasformazioni in Hugin e Gimp che hanno richiesto tempi di rendering lunghissimi (a queste risoluzioni ogni passaggio può richiedere anche mezz'ora di elaborazione) per ottenere la texture da utilizzare per l'animazione 3D, realizzata con Blender a 20.000 x 20.000 pixel.

Fozzillo sottolinea che bisogna ringraziare il mondo del software open source per tutto questo: infatti Hugin, Gimp e Blender sono gratuiti e liberi.

10 commenti:

  1. Temo ci sia qualche problema con l'audio temporaneo.
    Non si sente alcunchè...
    Progetto interessante complimenti per il lavoro,
    vi seguo...

    RispondiElimina
  2. La musica non si sente perché le foto furono scattate nel vuoto. :-)

    Doveva essere fornita da Youtube, ma per motivi misteriosi non funziona. Boh, pazienza.

    RispondiElimina
  3. Ma perchè con software proprietario era impossibile farle ste cose? Mi fa incavolare la gente che ormai a partito preso il software open source, w l'open source, tutto open source... se ci devi giocare a casetta un conto, ma spesso se le cose si fanno serie, i grandi entrano in gioco

    RispondiElimina
  4. Santino,

    certo che si poteva usare software proprietario. Però il software proprietario COSTA. Paghi tu?

    Vorrei ricordarti che questo progetto è interamente finanziato dagli appassionati. Già stiamo spendendo cifre molto alte per i riversamenti HD. Non ci sono soldi da scialacquare.

    Naturalmente, se invece di criticare tu volessi mettere mano al portafogli per darci una mano, saresti liberissimo di farlo. Ma so che criticare non costa nulla, mentre fare costa fatica.

    RispondiElimina
  5. photomerge di photoshop CS5, ma anche lui su foto non fatte da cavalletto e un po' storte come quelle, poi ti richiede lavoro manuale
    ma ovviamente il suo costo da solo dimezzerebbe i fondi

    paolo ti mando una mail riguardo le panoramiche... rimando anche le mail dell'altra volta (vedi post commento sui titoli di coda)

    RispondiElimina
  6. Bellissimo panorama! Ho usato Hugin e se e' riuscito a fare dei panorami dalle mie foto non avra' problemi con quelle di Aldrin :) ottima scelta secondo me.

    Il problema non e' tanto nella ripresa "dondolante" delle foto ma nei particolari delle foto lunari tutti troppo simili fra di loro per il riconoscimento automatico (sono tutti sassi grigi dopotutto)

    RispondiElimina
  7. Semplicemente affascinante...
    Complimenti per l'ottimo lavoro, bellissima prospettiva, è veramente da apprezzare questo progetto che state portando avanti.
    ciao ciao!

    RispondiElimina

I commenti sono moderati per eliminare spam e maleducati.